Home | Cittadini 2.0 | Bandi e opportunità
 
Amesci | Cittadini 2.0 Amesci | Home
   

Scadenza:
18/04/2018
Ente proponente
Commissione Europea DG Occupazione, Affari Sociali & Inclusione
Chi può
presentare domanda
Amministrazioni locali
Amministrazioni Regionali
Amministrazioni nazionali
Organizzazioni non profit
Parti sociali di livello locale, nazionale, europeo
Organizzazioni profit
Servizi pubblici per l’impiego
Azioni

Il bando intende aiutare gli attori governativi e non governativi e le parti sociali ad attuare i diritti e i principi stabiliti dal Pilastro europeo dei diritti sociali attraverso l’innovazione sociale e le riforme delle politiche nazionali relative alle strategie di conciliazione vita-lavoro per facilitare la riconciliazione delle responsabilità professionali e di cura.

Contributo

Il contributo UE potrà coprire fino al 80% dei costi totali ammissibili.

Territorio
UE

Scadenza:
26/04/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Giustizia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici a livello nazionale, regionale, locale e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali. I beneficiari non devono avere scopo di lucro.
Azioni

L’obiettivo del bando è di sostenere gli sforzi degli Stati membri nell’affrontare le sfide derivanti dalla mobilità all’interno dell’UE e allo stesso tempo promuovere e facilitare l’esercizio effettivo dei diritti di libera circolazione dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari, in particolare per i gruppi sottorappresentati come le donne e i giovani. In particolare saranno finanziate (elenco non esaustivo): 1) politiche di inclusione / migliori pratiche; 2) percorsi atti ad incentivare e sostenere l’impegno nel dibattito pubblico; 3) manuali di buone pratiche/toolkit per i cittadini nuovi arrivati e le loro famiglie; 4) diffusione di informazioni pratiche e consigli su cosa sono i diritti.

Contributo

Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 75.000 euro.

Territorio
UE

Scadenza:
26/04/2018
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Organizzazioni
Azioni

Tale sostegno finanziario è rivolto alle organizzazioni che realizzino festival di film e di programmi audiovisivi di creazione europei (fiction, documentari, animazione, cortometraggi e lungometraggi)

Contributo
Il contributo finanziario dell'UE assumerà la forma di una somma forfettaria, calcolata in base al numero di film europei nella programmazione, di importo compreso fra i 19.000 e i 75.000 euro
Territorio
Europa

Scadenza:
26/04/2018 ore 12.00
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Organizzazioni, istituzioni, enti o gruppi
Azioni

I progetti presentati dovranno riguardare dialoghi strutturati tra giovani e decisori politici, in modo da incrementare la partecipazione dei giovani alla vita politica nazionale e locale attraverso eventi, seminari, riunioni

Contributo
In base al tipo di progetto presentato e ai partner coinvolti
Territorio
Stati UE, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Turchia, Norvegia, Islanda e Liechtenstein

Scadenza:
26/04/2018 ore 12.00
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Un’organizzazione senza scopo di lucro, un’associazione o una ONG; una ONG europea per la gioventù; un’impresa sociale; un ente pubblico a livello locale; un gruppo di giovani attivi nell’animazione socioeducativa ma non necessariamente nell’ambito di un’organizzazione giovanile (un gruppo informale di giovani)
Azioni

Obiettivi del bando sono:
1) promuovere la partecipazione alla vita democratica in Europa e al mercato del lavoro la cittadinanza attiva, il dialogo interculturale, la solidarietà;
2) favorire miglioramenti della qualità nell’ambito dell’animazione socioeducativa;
3) accrescere la dimensione internazionale delle attività nel settore della gioventù e il ruolo degli animatori socioeducativi (Youth Workers) e delle organizzazioni giovanili quali strutture di sostegno per i giovani.

Contributo
Sulla base delle risorse disponibili.
Territorio
Stati UE, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Turchia, Norvegia, Islanda e Liechtenstein

Scadenza:
26/04/2018 ore 12.00
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Un’organizzazione senza scopo di lucro, un’associazione o una ONG; una ONG europea per la gioventù; un’impresa sociale; un ente pubblico a livello locale.
Azioni

Le attività di volontariato permettono ai giovani di età compresa tra 17 e 30 anni di esprimere il loro impegno personale attraverso il servizio volontario non retribuito e a tempo pieno in un altro paese all’interno o all’esterno dell’Unione europea. Le azioni finanziabili sono:1) Attività di volontariato individuali; 2) Attività di volontariato di gruppo; 3) Attività complementari; 4) Visite di programmazione preliminare (VPP).

Contributo
Sulla base delle risorse disponibili.
Territorio
Stati UE, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Turchia, Norvegia, Islanda e Liechtenstein

Scadenza:
26/04/2018 ore 12.00
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Organizzazioni, istituzioni, enti, gruppi, istituti scolastici, imprese, centri, fondazioni.
Azioni

I Partenariati strategici nel settore gioventù mirano a sostenere lo sviluppo, il trasferimento e/o l’attuazione di pratiche innovative, nonché l’attuazione di iniziative congiunte e la promozione dell’apprendimento tra pari e gli scambi di esperienze a livello locale, regionale, nazionale ed europeo. E' possibile attuarlo per due tipologie: - A) Partenariati strategici a sostegno dell'innovazione; B) Partenariati strategici per lo scambio di buone pratiche.

Contributo
La sovvenzione totale del progetto è di importo variabile, definito moltiplicando 12.500 euro per la durata del progetto (in mesi) fino al limite di 450.000 euro per progetti con durata di 36 mesi.
Territorio
Stati UE, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Turchia, Norvegia, Islanda e Liechtenstein

Scadenza:
30/04/2018 ore 12.00
Ente proponente
Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo
Chi può
presentare domanda
Istituzioni culturali pubbliche e private senza scopo di lucro dedicate alla creatività contemporanea da almeno 3 anni situate nelle periferie urbane;
In partenariato obbligatorio con almeno un ente del Terzo Settore come descritto all’art 4, comma 1 del Codice del Terzo Settore, ben qualificato ed effettivamente operativo e radicato nel territorio di riferimento.
Azioni

Il bando è volto al finanziamento di progetti culturali per la realizzazione di attività creative nelle periferie urbane, ovvero in territori ( che vivono realtà di fragilità sociale, economica, ambientale, di difficile accessibilità a servizi e infrastrutture.

Contributo
Il finanziamento concedibile a ciascun soggetto proponente è fissato nell’importo massimo di € 60.000 e comunque non superiore al 80% del budget complessivo del progetto.
Territorio
Italia

Scadenza:
07/05/2018 ore 12.00
Ente proponente
Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo
Chi può
presentare domanda
Potranno presentare domanda musei pubblici e privati senza scopo di lucro, fondazioni riconosciute non profit aventi come scopo la promozione e la formazione nell’arte contemporanea, istituti universitari, comitati e associazioni culturali no profit italiani e/o stranieri. Tali soggetti devono aver svolto attività attinente i temi del contemporaneo in modo continuativo negli ultimi tre anni.
Azioni

Il bando si rivolge al finanziamento di progetti che promuovano la produzione, la conoscenza e la disseminazione della creazione contemporanea italiana nel campo delle arti visive, attraverso la produzione di opere d’arte contemporanea italiane per incrementare le pubbliche collezioni.

Contributo
Il finanziamento concedibile a ciascun soggetto proponente è fissato nell’importo massimo di € 150.000 e non superiore al 80% del budget complessivo del progetto.
Territorio
Italia

Scadenza:
08/05/2018 ore 12.00
Ente proponente
Commissione europea
Chi può
presentare domanda

Possono presentare una proposta progettuale solo OSC con sede nei Paesi UE, EFTA/SEE, IPA e ENI-SUD oppure una loro rete regionale o organizzazione ombrello del settore dei diritti e dell’empowerment delle donne attiva in almeno 3 Stati ENI-SUD.

Possono essere co-proponenti anche organizzazioni profit, come ad esempio, le agenzie di marketing e comunicazione.

Azioni

Contribuire alla parità di genere e al miglioramento dello status di donne e ragazze nei paesi della sponda Sud del Mediterraneo. Le azioni dovranno riguardare: - una campagna di sensibilizzazione, informazione e comunicazione sulla violenza contro donne e ragazze;
- azioni di sviluppo delle capacità indirizzate alle OSC dei paesi destinatari, soprattutto alle organizzazioni femminili;
- monitoraggio dei risultati e dei progressi realizzati per la prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne dai governi nazionali dell’area geografica considerata.

Contributo
Il contributo finanziario potrà coprire fino al 90% dei costi, per un massimo di 3,6 milioni di euro. Non saranno prese in considerazione proposte progettuale che richiedano meno di 3.000.000 euro
Territorio
UE

Scadenza:
09/05/2018 ore 15.00
Ente proponente
Commissione europea
Chi può
presentare domanda

MIUR – Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

Azioni

Il bando si pone come obiettivo primario quello di riequilibrare e compensare situazioni di svantaggio socio-economico, in zone particolarmente disagiate. I moduli finanziabili:
1) Laboratori di potenziamento della lingua straniera;
2) Iniziative per il contrasto alla violenza nei contesti scolastici, promozione della parità di genere e lotta alla discriminazione e al bullismo;
3) Laboratori di innovazione didattica e digitale e uso consapevole della rete;
4) Laboratori di musica strumentale; canto corale;
5) Laboratori di arte; scrittura creativa; teatro;
6) Laboratori creativi e artigianali per la valorizzazione delle vocazioni territoriali;
7) Laboratori di educazione interculturale e ai diritti umani;
8) Laboratori di educazione finanziaria e al risparmio;
9) Laboratori di educazione alimentare;
10) Modulo formativo per i genitori.

Contributo
Ogni progetto avrà un costo complessivo di massimo € 40.000,00 per gli istituti fino a 1.000 alunni ed € 45.000,00 massimo per gli istituti con più di 1.000 alunni.
Territorio
Italia

Scadenza:
18/05/2018 ore 15.00
Ente proponente
Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane e Direzione Generale Cinema del MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo
Chi può
presentare domanda

Enti pubblici e privati senza scopo di lucro, università, fondazioni, comitati ed associazioni culturali e di categoria, mentre per la sezione cortometraggi a organismi professionali del settore cinematografico e audiovisivo.

Azioni

Il bando presente riguarda il finanziamento di progetti culturali che contribuiscano alla conoscenza dei paesaggi periferici in Italia per valorizzarne le culture. Il programma invita ad interrogarsi sui paesaggi periferici italiani, intesi come territori, non necessariamente lontani dal centro, che vivono realtà di fragilità sociale, economica, ambientale, di difficile accessibilità a servizi e infrastrutture, o ancora dove sono riscontrabili fenomeni di degrado fisico, di marginalità, di disagio sociale, di insicurezza e di povertà. Il fine è quello di conoscere e ripensare il ruolo delle periferie, rivelandone la specifica identità e le potenzialità.

Contributo
Le risorse per la realizzazione delle attività ammontano complessivamente a euro 200.000 per un massimo di 15mila euro per ogni progetto di rassegna e 25mila euro per la realizzazione di cortometraggi, e comunque in entrambe le linee di finanziamento per una copertura non superiore all’80% del budget totale.
Territorio
Italia

Scadenza:
22/05/2018 ore 13.00
Ente proponente
Commissione europea
Chi può
presentare domanda

Organizzazioni pubbliche e private attive nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socio-economici, o organizzazioni che svolgono attività trasversali (ad esempio, organizzazioni culturali, società civile, organizzazioni sportive, centri di riconoscimento, camere di commercio, organizzazioni di settore ecc.).

Azioni

Il bando prevede progetti di cooperazione transnazionale relativi ai seguenti lotti:
Lotto 1: Istruzione e formazione
Lotto 2: Gioventù. Gli Obiettivi generali sono:
- favorire la diffusione e/o l’incremento di buone prassi nei settori dell’istruzione inclusiva/ della gioventù e/o nella promozione di valori comuni, avviate in particolare a livello locale. Per incremento si intende la replicazione di buone prassi su più ampia scala, il loro trasferimento in un contesto diverso o la loro attuazione a un livello più elevato/sistemico;
- favorire lo sviluppo e l’attuazione di metodi e pratiche innovativi per promuovere ambienti di istruzione/giovanili inclusivi, nonché valori comuni in contesti specifici.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di 500.000 euro.
Territorio
UE

Scadenza:
24/05/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Imprese e Industria
Chi può
presentare domanda

Autorità pubbliche e amministrazioni pubbliche (a livello nazionale, regionale o urbano);
Camere di commercio e industria e organismi analoghi;
Associazioni di imprese e reti di sostegno alle imprese;
Organizzazioni di sostegno alle imprese e incubatori;
ONG, organizzazioni non-profit, associazioni e fondazioni che lavorano con i migranti;
Soggetti pubblici e privati specializzati nel settore dell’istruzione e della formazione.

Azioni

Il bando mira a sostenere la creazione, il miglioramento e la più ampia distribuzione dei regimi di sostegno per gli imprenditori migranti.

Contributo
Il contributo comunitario può coprire fino al 85% delle spese ammissibili, per un massimo di 556.250 euro per partnership.
Territorio
UE

Scadenza:
31/05/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Giustizia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici a livello nazionale, regionale, locale e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali. I beneficiari non devono avere scopo di lucro.
Azioni

Obiettivo del bando è quello di sostenere progetti nazionali o transnazionali miranti a favorire lo sviluppo di capacità dei professionisti che lavorano con e per i bambini. Attraverso attività quali: apprendimento reciproco, scambio di buone pratiche, cooperazione; definizione e implementazione di protocolli, sviluppo di metodi di lavoro che possono essere trasferiti ad altre regioni o Paesi; rafforzamento/sviluppo di capacità e attività di formazione per i professionisti.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 75.000 euro.
Territorio
UE

Scadenza:
16/06/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Giustizia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici a livello nazionale, regionale, locale e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali. I beneficiari non devono avere scopo di lucro.
Azioni

Il bando mira a sostenere progetti transnazionali volti alla promozione la pari partecipazione di donne e uomini nei dibattiti pubblici, nelle posizioni di leadership in politica e nel settore imprenditoriale e sostenere la conciliazione vita – lavoro. Le attività dovranno riguardare: 1) Attività di sensibilizzazione e di comunicazione (campagne, ecc.);
2) Programmi di capacity building, mentoring e training per donne candidate (e per giornaliste);
3) Seminari e conferenze;
4) Sviluppo/divulgazione di strumenti pratici per aumentare l’equilibrio di genere;
5) Scambio di buone pratiche e strategie efficaci e collegamento in rete tra gli stakeholders.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 100.000 euro.
Territorio
UE

Scadenza:
19/06/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Giustizia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici a livello nazionale, regionale, locale e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali. I beneficiari non devono avere scopo di lucro. Le organizzazioni profit possono partecipare solo come partner e non come proponenti.
Azioni

Il bando mira a sostenere progetti transnazionali volti alla promozione la pari partecipazione di donne e uomini nei dibattiti pubblici, nelle posizioni di leadership in politica e nel settore imprenditoriale e sostenere la conciliazione vita – lavoro.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 100.000 euro.
Territorio
UE

Scadenza:
28/06/2018
ore 13.00
Ente proponente
Impresa sociale CON I BAMBINI
Chi può
presentare domanda
Enti erogatori privati
Azioni

Le idee progettuali potranno riguardare sperimentazioni relative al tema del contrasto della povertà educativa minorile, a favore di bambini e ragazzi di una o più fasce d’età tra gli 0 e i 17 anni. La partecipazione prevede due distinte fasi. In un primo momento si procederà alla ricezione delle idee progettuali da parte di enti erogatori privati che intendono avviare un percorso di collaborazione con l’impresa sociale Con i Bambini.

Contributo
Per i progetti in cofinanziamento, il Fondo mette a disposizione risorse fino a un massimo di 10 milioni di euro.
CON I BAMBINI metterà a disposizione fino ad un massimo del 50% delle risorse finanziarie complessivamente previste per gli interventi, sostenendone la realizzazione con un contributo minimo di €250.000 e fino ad un massimo di €1.500.000.
Territorio
Italia

Scadenza:
3006/201
8
Ente proponente
BPER Banca
Chi può
presentare domanda
Organizzazioni del Terzo settore e saranno privilegiate quelle già attive nell’ambito della
progettualità presentata.
Azioni

Con il suo primo bando BPER Banca intende sostenere 5 progetti educativi inediti che abbiano come target ragazzi/e
dai 13 ai 19 anni. I progetti riguarderanno percorsi di crescita per i giovani, relativamente ai quali non si introducono restrizioni su metodologia o linguaggio (che dovranno essere chiariti e giustificati nella descrizione del progetto) e nemmeno sugli obiettivi, che potranno essere di carattere sociale, culturale o di educazione alla sostenibilità ambientale.

Contributo
I progetti selezionati potranno partecipare al programma di crowdfunding di BPER Banca finalizzato alla raccolta delle
risorse finanziarie necessarie all’effettiva realizzazione del progetto; quelli che raggiungeranno almeno il 50% del
traguardo fissato, potranno essere co-finanziati per il restante 50%.
BPER Banca, per questa iniziativa, ha stanziato un plafond di 25.000 euro.
Territorio
Italia

Scadenza:
3006/201
8
Ente proponente
Generas Foundation Onlus
Chi può
presentare domanda
Organizzazioni senza fini di lucro che non superano il tetto massimo di 1.500.000 di euro come raccolta fondi annuale.
Azioni

Le azioni supportate dalla Fondazione ricoprono i seguenti ambiti:
- Adolescenza: - Rischio di povertà assoluta;
- Sostenibilità ambientale:
- Non financial support.

Contributo
Il tetto massimo di finanziamento per ogni progetto è di 80.000 euro per una annualità.
Territorio
Italia

Scadenza:
3006/201
8
Ente proponente
Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare
Chi può
presentare domanda
Amministrazioni pubbliche
Azioni

Il decreto stabilisce che il fondo è finalizzato a finanziare i costi per la progettazione preliminare e definitiva degli interventi di bonifica mediante rimozione e smaltimento dell'amianto e dei manufatti in cemento-amianto su edifici e strutture pubbliche insistenti nel territorio nazionale, rimandando a bandi pubblicati su base annuale per il dettaglio delle procedure di assegnazione.

Contributo
15.000,00 Euro
Territorio
Italia

Scadenza:
31/08/2018
Ente proponente
Banca d'Italia
Chi può
presentare domanda
Soggetti pubblici e privati
Azioni

La Banca d'Italia eroga contributi per attività in ambito sociale e culturale fra cui attività di beneficenza, di solidarietà e di pubblico interesse.

Contributo
L'esame istruttorio è svolto da una commissione interna alla Banca, le cui funzioni segretariali fanno capo al Servizio Segreteria particolare del Direttorio e comunicazione, Divisione Rapporti istituzionali. I risultati dell'istruttoria sono rassegnati all'organo decisionale competente, che è il Direttorio per interventi sino a € 25.000, il Consiglio superiore per interventi oltre tale importo.
Territorio
Italia

Scadenza:
03/09/2018
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Amministrazioni locali
Comitati di gemellaggio rappresentanti gli enti locali
Enti non a scopo di lucro rappresentanti gli enti locali
Azioni

Sostenere i progetti che fanno incontrare una pluralità di cittadini di città gemellate su tematiche in linea con gli obiettivi del programma, quali:
1) Discutere il futuro dell’Europa e sfidare l’euroscetticismo;
2) Promuovere la solidarietà in tempi di crisi;
3) Promuovere il dialogo interculturale e la comprensione reciproca e combattere la stigmatizzazione degli immigrati e delle minoranze
2018 Anno europeo del Patrimonio Culturale

Contributo
Max 25.000 euro
Territorio
Europa

Scadenza:
03/09/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Educazione e Cultura
Chi può
presentare domanda
Amministrazioni locali
Amministrazioni regionali
Comitati o reti di gemellaggio rappresentanti gli enti locali
Enti non a scopo di lucro rappresentanti gli enti locali
Azioni

L'obiettivo è quello di creare una rete di cooperazione tra le città, opernando per scopi e temi comuni in modo da rafforzare la cooperazione internazionale

Contributo
Max 150.000
Territorio
UE, Albania, Montenegro, Serbia, Ex Repubblica Iugoslava di Macedonia, Bosnia – Erzegovina

Scadenza:
04/10/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Giustizia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici a livello nazionale, regionale, locale e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali. I beneficiari non devono avere scopo di lucro.
Azioni

Il bando mira a sostenere progetti nazionali o transnazionali volti che contribuiscano a prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia e altre forme di intolleranza. Le priorità devono riguardare:
1) Prevenzione e lotta all’odio anti-musulmano e all’intolleranza
2) Prevenzione e la lotta contro la xenofobia e l’odio anti-migranti
3) Prevenzione e lotta contro altre forme di intolleranza, come l’omofobia e la transfobia, afrophobia, egiptofobia, crimini d’odio contro le persone con disabilità. 4) Prevenzione e la lotta all’antisemitismo.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 75.000 euro.
Territorio
UE

Scadenza:
11/10/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Giustizia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici a livello nazionale, regionale, locale e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali. I beneficiari non devono avere scopo di lucro.
Azioni

Il bando è finalizzato a sostenere progetti nel campo della lotta ai discorsi di odio online, per meglio comprenderli, monitorarli, prevenirli e combatterli.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 75.000 euro.
Territorio
UE

Scadenza:
13/11/2018
Ente proponente
Commissione Europea – DG Giustizia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici a livello nazionale, regionale, locale e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali. I beneficiari non devono avere scopo di lucro.
Azioni

Obiettivo del bando è quello di sostenere azioni volte a prevenire e combattere la violenza di genere e la violenza contro i bambini.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 75.000 euro.
Territorio
UE

Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
The Coca-Cola Foundation
Chi può
presentare domanda

Viene finanziata qualsiasi organizzazione il cui “fine solidaristico” sia riconosciuto in base leggi e alle disposizioni del proprio Stato.

Azioni

La Coca-Cola Foundation prevede l’erogazione di contributi a progetti di organizzazioni non profit di tutto il mondo per l’emancipazione e l’imprenditorialità femminile, la promozione di stili di vita attivi e sani, l’educazione e la crescita dei giovani, la salvaguardia delle risorse idriche.

Contributo

Non è stabilito un limite massimo del finanziamento.

Territorio

Global


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Johnson & Johnson
Chi può
presentare domanda

Tutti gli enti no-profit e che vuole presentare la propria idea progettuale, rispettando le linee guida della Fondazione Johnson & Johnson. I progetti devono essere realizzati da organizzazioni che offrono garanzie di serietà e professionalità, producendo risultati misurabili;

Azioni

Progetti con un impatto sociale soprattutto nelle cinque aree di riferimento: assistenza sanitaria alla comunità, salute dei bambini e delle donne, formazione nel campo della gestione sanitaria, Hiv/AIDS, Responsabilità verso la Comunità.

Contributo

Le spese amministrative e di gestione non possono superare il 10% del valore totale del progetto.

Territorio

Italia


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione CharleMagne
Chi può
presentare domanda

Organismi del Terzo Settore come ONG, Organizzazioni di volontariato, Cooperative sociali

Azioni

Gli ambiti progettuali privilegiati:
- Rafforzamento del volontariato
- Contrasto alla povertà
- Tutela e promozione dei diritti sociali e civili
- Tutela della salute
- Accesso all'acqua
- Sostegno all'educazione e formazione
- Sviluppo socio-economico

Contributo

Contributo finanziario valutato in base alla proposta progettuale.
Le erogazioni sono intese a carattere di co-finanziamento o a copertura totale dei costi progettuali.

Territorio

Europa


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Enel nel Cuore Onlus
Chi può
presentare domanda

Enti pubblici e privati senza fine di lucro

Azioni

Gli ambiti progettuali di intervento sono:
- assistenza sociale (costruzione e ristrutturazione di residenze, centri e luoghi di aggregazione che accolgono tutti coloro che vivono in condizioni di disagio,malattia e povertà);
- salute (opera soprattutto con le associazioni di pazienti, in particolare pediatrici, sostenendo la realizzazione di spazi “a misura di bambino” e ambienti in cui ritrovare la tranquillità e l’atmosfera della casa);
- educazione (costruzione di scuole, asili, centri di formazione, perché bambini e adolescenti che vivono in territori di povertà, di guerra o in condizioni di disagio);
-sport (socializzazione delle persone con disabilità, specialmente dei giovani, attraverso lo sport, il gioco e i viaggi).

Contributo

Contributo finanziario valutato in base alla proposta progettuale.

Territorio

Italia


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Cattolica Assicurazioni
Chi può
presentare domanda

Organismi del Terzo Settore

Azioni

Gli ambiti progettuali di riferimento:
assistenza sociale, anziani, disabilità, nuova povertà e inserimento lavorativo, che coinvolgano la comunità locale e raggiungano l'autonomia economica in breve tempo.

Contributo

Contributo finanziario massimo di 30.000 Euro. Necessario un autofinanziamento almeno del 50%

Territorio

Europa


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Cariplo
Chi può
presentare domanda

• Comuni o raggruppamenti di Comuni che, singolarmente o aggregati, abbiano un numero di abitanti superiore a 5.000 (al 31/12/14); sono esclusi i Comuni il cui numero di abitanti sia
superiore a 100.000 unità (al 31/12/14);
• Unioni di comuni, Consorzi di Comuni1, Associazioni di comuni, Comunità montane indipendentemente dal numero di abitanti;
• Province;
• Città metropolitane.

Azioni

Fondazione Cariplo opera in diverse aree:
1) Ambiente, Arte e Cultura, Ricerca Scientifica, Servizi alla Persona. Promuovere la sostenibilità ambientale a livello locale;
2) Sviluppare, sistematizzare e diffondere la conoscenza per orientare le decisioni e i comportamentiin modo sostenibile;
3) Ricerca utile a migliorare le condizioni di benessere delle persone.

Contributo

Azione 1
La richiesta di contributo alla Fondazione Cariplo dovrà essere al massimo di 5.000 euro per ogni singolo ente;

Azione 2
La richiesta di contributo alla Fondazione Cariplo potrà coprire fino al 90% dei costi totali di Assistenza Tecnica. L’ammontare del programma di investimento che verrà realizzato dovrà essere
compreso tra 250.000 e 5 milioni di euro e dovrà essere pari ad almeno 10 volte l’ammontare del costo complessivo dell’Assistenza Tecnica

Territorio

Europa


Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Fondazione Cariplo
Chi può
presentare domanda

Organizzazioni culturali di natura privata nonprofit, che abbiano sede legale e operino prevalentemente nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo e che vantino almeno 2 anni di attività costante e dimostrabile nel settore

Azioni

Promuovere il miglioramento dei processi educativi per la crescita della persona nella comunità;Promuovere percorsi di coesione sociale nelle comunità territoriali;Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo; Favorire l’inserimento lavorativo di persone in condizioni di svantaggio;

Contributo

Tetto massimo di € 150.000 per progetto

Territorio

Europa


Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Ministero dello Sviluppo Economico
Chi può
presentare domanda
Imprese, incluse Società cooperative
Azioni

Gli ambiti degli interventi includono la produzione di beni ed erogazione di servizi, che:

  • si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo
  • si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale
  • si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca)
Contributo

Contributo finanziario massimo 200.000,00 Euro

Territorio
Italia

Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa
Chi può
presentare domanda
Gli incentivi sono rivolti alle imprese costituite in forma di società da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda, costituite in prevalenza da donne o da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Ai finanziamenti possono accedere anche le persone fisiche, a patto che costituiscano una società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni
Azioni

Sono finanziabili iniziative per l'avvio di micro e piccole imprese innovative per:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
    fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • commercio di beni e servizi
  • turismo
Le attività turistico-culturali e l’innovazione sociale sono considerati di particolare rilevanza
Contributo

Finanziamento agevolato a tasso zero della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali. Le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria. La dotazione finanziaria complessiva è di 50 milioni di Euro

Territorio
Italia

Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Banco di Napoli
Chi può
presentare domanda

Enti che non perseguono finalità di lucro e che svolgono attività in linea con la mission della Fondazione; gli enti iscritti ai registri regionali delle cooperative sociali, delle organizzazioni di volontariato o all’albo nazionale delle ONG

Azioni

I contribuiti assegnati dalla Fondazione riguardano la creazione di progetti in diversi ambiti di intervento quali: tecnologia , educazione, formazione e formazione; arte e attività culturali, volontariato

Contributo

Contributo valutato in base ai progetti presentati

Territorio

Italia, per particolari esigenze anche all'estero


Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa
Chi può
presentare domanda
I finanziamenti sono rivolti ai giovani tra i 18 e 29 anni che vogliono intraprendere attività imprenditoriali autonome
Azioni

Possono essere finanziate attività in diversi settori quali: turismo, servizio alla persona, servizio per l'ambiente, servizi ICT, risparmio energetico, servizi alle imprese, manifatturiere e artigiane, commercio al dettaglio e all'ingrosso, trasformazione e commercializzazione agricola

Contributo

Il contributo varia tra 5.000€ e 50.000€ attraverso la concessione di finanziamenti agevolati senza interessi e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma

Territorio
Italia

Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa
Chi può
presentare domanda
I finanziamenti sono rivolti ai giovani tra i 18 e 29, le società, anche cooperative, le ditte individuali e le persone fisiche che intendono costituirsi in società
Azioni

Il finanziamento sostiene le attività di produzione di beni e servizi, pertanto sono escluse dal finanziamento le attività libero professionali e il commercio

Contributo

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in:
- contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo;
- finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo

Territorio
Italia: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia

Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo
Chi può
presentare domanda

I finanziamenti sono rivolti ad enti senza scopo di lucro

Azioni

Gli obiettivi delle proposte presentate possono guardare diversi ambiti di intervento:
1) sanità;
2) ricerca scientifica
3) assistenza alle categorie sociali deboli;
4) istruzione e formazione;
5) arte e cultura.

Contributo

500.000 euro

Territorio

Italia e paesi del Mediterraneo


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione San Zeno
Chi può
presentare domanda

Enti no profit

Azioni

Attività di sostegno all’occupazione, quali tirocini, inserimenti lavorativi e corsi di formazione professionale, volti a fornire non solo competenze tecniche ed organizzative, ma umane e relazionali necessarie per inserirsi o reinserirsi nel mercato del lavoro

Contributo

Contributo in base al progetto

Territorio

Internazionale


 

 
 
 

 

© Amesci 2016 Sede Nazionale
Centro Direzionale
Via G. Porzio - Isola E3
80143 Napoli
Tel. +39 081-19811450
Fax +39 081-19811451
info@amesci.org
Contattaci
Newsletter
Mappa
Privacy
ISO 9001:2008
Carta servizi
Webmail