Home | Cittadini 2.0 | Bandi e opportunità
 
Amesci | Cittadini 2.0 Amesci | Home
   

Scadenza:
27/04/2017
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Consorzio di almeno tre organizzazioni provenienti da tre diversi paesi partecipanti al programma . Anche se organizzazioni dei paesi partner possono prendere parte, il richiedente deve essere basata in un paese del programma.
Azioni

1) promuovere lo sport e giochi tradizionali europei
2) sostenere la mobilità dei volontari, allenatori, dirigenti e personale delle organizzazioni sportive senza scopo di lucro
3) proteggere gli atleti, soprattutto i giovani atleti, provenienti da rischi per la salute e la sicurezza, migliorando le condizioni di formazione e di concorrenza, e favorire con e tra le politiche locali, regionali, nazionali e internazionali nello sport.

Contributo

I progetti devono essere di 12, 18, 24, 30, o 36 mesi di lunghezza; la durata deve essere specificata in fase di applicazione sulla base delle obiettivo del progetto e il tipo di attività prevista.

Territorio
Europa

Scadenza:
19/05/2017
Ente proponente
Promosso da Italia Camp e patrocinato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
Chi può
presentare domanda
Tutte le persone fisiche e giuridiche possono partecipare alla Call for practice purché rispettino i
seguenti requisiti:

1. Godimento dei diritti civili e politici del proprio paese d’appartenenza;
2. Assenza di condanne penali passate in giudicato.

Con riferimento alle persone giuridiche, tali requisiti si intendono riferiti ai propri amministratori e
legali rappresentanti.
Azioni

La Call for practice è volta alla ricerca di buone pratiche e soluzioni innovative in ambito infrastrutture e servizi di mobilità e trasporto, già realizzate e/o sul mercato relative a una delle seguenti aree tematiche: Sostenibilità Economica, Sostenibilità Ambientale, Sostenibilità Sociale

Territorio
Italia

Scadenza:
22/05/2017
Ente proponente
Commissione Europea
Chi può
presentare domanda
Organizzazioni pubbliche e private attive nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socio-economici che svolgono attività nelle aree interessate dalla Dichiarazione di Parigi:
1) istituzioni scolastiche e altri fornitori di istruzione
2) autorità pubbliche a livello nazionale/regionale/locale responsabili per istruzione, formazione e gioventù
3) ONG
4) istituti di ricerca
5)organizzazioni professionali e parti sociali 6)centri di orientamento e riconoscimento
6) organizzazioni internazionali
7) imprese private
8) reti delle organizzazioni sopra indicate dotate di personalità giuridica.
Azioni

I progetti proposti devono perseguire uno dei due obiettivi generali e uno degli obiettivi specifici (diversi a seconda del lotto) : Lotto 1 (Istruzione e formazione) Lotto 2 (Gioventù).

Obiettivi generali:

- favorire la divulgazione e/o l’incremento di buone prassi sull’apprendimento inclusivo avviate in particolare a livello locale. Per incremento si intende la replicazione di buone prassi su più ampia scala, il loro trasferimento in un contesto diverso o la loro attuazione a un livello più elevato/sistemico;

- favorire lo sviluppo e l’attuazione di metodi e pratiche innovativi per promuovere l’istruzione inclusiva e/o iniziative destinate ai giovani in specifici contesti.

Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’ 80% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di 500.000 euro.
Territorio
Europa

Scadenza:
06/06/2017
Ente proponente
EACEA- Agenzia esecutiva per l'istruzione, l'audiovisivo e la cultura
Chi può
presentare domanda

Gli organizzatori attraverso il bando si aspettano di mobilitare 525 volontari senior/junior in comunità vulnerabili e colpiti da catastrofi in paesi terzi. Potranno partecipare alle attività di mobilitazione come volontari persone di almeno 18 anni che siano cittadini dell’UE (o di paesi terzi ma residenti di lungo periodo in uno Stato membro).
I volontari potranno rientrare nella categoria di giovani professionisti (che comprende neolaureati con meno di cinque anni di esperienza professionale e meno di cinque anni di esperienza in iniziative umanitarie) professionisti esperti (che hanno almeno cinque anni di esperienza professionale in posizioni di responsabilità o in qualità di esperti).
Le organizzazioni che si candidano per questo invito in qualità di organizzazioni di invio o di accoglienza, devono possedere la certificazione dell’iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario.

Azioni

Mobilitazione di Volontari senior e junior dell’UE a favore di progetti di aiuto umanitario nel campo della riduzione del rischio di catastrofi, della preparazione in caso di catastrofi e del collegamento tra le attività di soccorso, riabilitazione e sviluppo in paesi terzi, basati sulle esigenze individuate. Ciò comprende misure per la selezione, il reclutamento e la preparazione dei volontari dell’UE per l’aiuto umanitario e attività di comunicazione, nel rispetto del piano di comunicazione dell’Iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario.

Contributo
Il Budget disponibile per il bando ammonta a 12.600.000 euro.
Territorio
Europa

Scadenza:
31/07/2017
Ente proponente
Ente Premio Sele d'Oro Onlus in collaborazione con Fondazione Con il Sud e Forum Nazionale dei Giovani
Chi può
presentare domanda
Posso partecipare gruppi di giovani espressione del Forum dei Giovani di qualsiasi Comune italiano, e Organizzazioni sociali legalmente costituite.
Azioni

Il “Forum Project Games” è Un contest nazionale che vuole incoraggiare e premiare l’apporto dei giovani all’elaborazione di progetti e iniziative di sviluppo dei territori.

Contributo

Il funtabudget sarà di Euro 50.000,00

Territorio
Italia

Scadenza:
31/08/2017
Ente proponente
Banca d'Italia
Chi può
presentare domanda
Enti pubblici e privati senza fine di lucro
Azioni

Uso sostenibile delle risorse energetiche e naturali, gestione ottimale dei rifiuti, mobilità sostenibile, acquisti “verdi”, promozione di cultura ambientale.Sarà data preferenza ai progetti che presentino
elementi d’innovazione nell’approccio ai temi affrontati e nell’individuazione delle relative soluzioni.

Contributo

Le domande di contributo dovranno indicare l’importo richiesto.Sino a 25.000 euro

Territorio
Italia

Scadenza:
31/12/2017
Ente proponente
Fondazione Prosolidar
Chi può
presentare domanda
Organizzazioni no profit
Azioni

Iniziative volte a creare condizioni di sviluppo economico, attraverso la formazione professionale a favore delle popolazioni in difficoltà.

Contributo

Sovvenzione fino a 40.000 euro

Territorio
Mondo

Scadenza:
22/06/2018
Ente proponente
Regione Piemonte
Chi può
presentare domanda
Le “catene del valore” devono essere costituite da almeno tre stakeholder di due paesi diversi (per esempio: un fornitore di biomasse, un produttore/convertitore e un utente finale)
Azioni

Il Progetto ha lanciato un invito aperto per le PMI che ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo di promettenti “catene del valore” industriali transfrontaliere nel settore della bio-economia.

Contributo

SuperBIO fornirà networking e consulenza gratuita, oltre a dieci diversi servizi d’innovazione professionali finanziati al 75%. Il finanziamento del programma Horizon 2020massimo per progetto è pari a 60.000 euro.

Territorio
Europa

Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Commissione europea
Chi può
presentare domanda
Persone giuridiche – imprese private, organizzazioni no-profit, associazioni, fondazioni, comuni/consigli comunali, ecc. – stabilite in uno dei Paesi ammissibili al Sottoprogramma MEDIA e possedute direttamente o per partecipazione maggioritaria da cittadini.
Azioni

Azioni che dimostrano una forte capacità nello sviluppo del pubblico (specialmente il pubblico giovane utilizzando le più recenti tecnologie e supporti digitali, tra cui i social media;

Contributo

I progetti devono avere una durata massima di 12 mesi. Somma di fianziamento forfettaria di importo compreso fra 19.000 e 75.000 euro, a seconda del numero di film europei nella programmazione.

Territorio
Europa

Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione di Mission Bambini
Chi può
presentare domanda

Mission Bambini chiede all'aspirante volontario internazionale di:
• Condividere la mission di Mission Bambini;
• Essere maggiorenni;
• Conoscere una seconda lingua per poter comunicare con le persone nei progetti del paese visitato (inglese, francese, portoghese o spagnolo);
• Avere a disposizione un periodo di almeno 15 giorni per fare la propria esperienza di volontariato;
• Avere spirito di adattamento a condizioni di vita con standard diversi dai nostri.

Le proposte dovranno essere presentate da soggetti il cui organo di gestione sia costituito per la maggioranza assoluta da giovani under 35 e/o in cui questi ultimi ricoprano le cariche principali (presidente e vicepresidente).

Azioni

Diminuzione della disoccupazione giovanile, adozioni a distanza, invio di volontari all'estero nei paesei svantaggiati, tirocini, imprese sociali.

Contributo

Mission Bambini riconosce al volontario una retribuzione di importo variabile tra i 300 e i 600 euro mensili. Per le imprese sociali invece Mission Bambini contribuisce sia agli investimenti di start-up sia alla copertura dei costi di gestione corrente. Le attività sostenute possono interessare qualsiasi settore ma devono essere orientate al mercato e dimostrare di avere una sostenibilità economica.

Territorio

Nazionale


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Johnson & Johnson
Chi può
presentare domanda

Tutti gli enti no-profit e che vuole presentare la propria idea progettuale, rispettando le linee guida della Fondazione Johnson & Johnson. I progetti devono essere realizzati da organizzazioni che offrono garanzie di serietà e professionalità, producendo risultati misurabili;

Azioni

Progetti con un impatto sociale soprattutto nelle cinque aree di riferimento: assistenza sanitaria alla comunità, salute dei bambini e delle donne, formazione nel campo della gestione sanitaria, Hiv/AIDS, Responsabilità verso la Comunità.

Contributo

Le spese amministrative e di gestione non possono superare il 10% del valore totale del progetto.

Territorio

Italia


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione CharleMagne
Chi può
presentare domanda

Organismi del Terzo Settore come ONG, Organizzazioni di volontariato, Cooperative sociali

Azioni

Gli ambiti progettuali privilegiati:
- Rafforzamento del volontariato
- Contrasto alla povertà
- Tutela e promozione dei diritti sociali e civili
- Tutela della salute
- Accesso all'acqua
- Sostegno all'educazione e formazione
- Sviluppo socio-economico

Contributo

Contributo finanziario valutato in base alla proposta progettuale.
Le erogazioni sono intese a carattere di co-finanziamento o a copertura totale dei costi progettuali.

Territorio

Europa


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Enel nel Cuore Onlus
Chi può
presentare domanda

Enti pubblici e privati senza fine di lucro

Azioni

Gli ambiti progettuali di intervento sono:
- assistenza sociale (costruzione e ristrutturazione di residenze, centri e luoghi di aggregazione che accolgono tutti coloro che vivono in condizioni di disagio,malattia e povertà);
- salute (opera soprattutto con le associazioni di pazienti, in particolare pediatrici, sostenendo la realizzazione di spazi “a misura di bambino” e ambienti in cui ritrovare la tranquillità e l’atmosfera della casa);
- educazione (costruzione di scuole, asili, centri di formazione, perché bambini e adolescenti che vivono in territori di povertà, di guerra o in condizioni di disagio);
-sport (socializzazione delle persone con disabilità, specialmente dei giovani, attraverso lo sport, il gioco e i viaggi).

Contributo

Contributo finanziario valutato in base alla proposta progettuale.

Territorio

Italia


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Cattolica Assicurazioni
Chi può
presentare domanda

Organismi del Terzo Settore

Azioni

Gli ambiti progettuali di riferimento:
assistenza sociale, anziani, disabilità, nuova povertà e inserimento lavorativo, che coinvolgano la comunità locale e raggiungano l'autonomia economica in breve tempo.

Contributo

Contributo finanziario massimo di 30.000 Euro. Necessario un autofinanziamento almeno del 50%

Territorio

Europa


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Cariplo
Chi può
presentare domanda

• Comuni o raggruppamenti di Comuni che, singolarmente o aggregati, abbiano un numero di abitanti superiore a 5.000 (al 31/12/14); sono esclusi i Comuni il cui numero di abitanti sia
superiore a 100.000 unità (al 31/12/14);
• Unioni di comuni, Consorzi di Comuni1, Associazioni di comuni, Comunità montane indipendentemente dal numero di abitanti;
• Province;
• Città metropolitane.

Azioni

Fondazione Cariplo opera in diverse aree:
1) Ambiente, Arte e Cultura, Ricerca Scientifica, Servizi alla Persona. Promuovere la sostenibilità ambientale a livello locale;
2) Sviluppare, sistematizzare e diffondere la conoscenza per orientare le decisioni e i comportamentiin modo sostenibile;
3) Ricerca utile a migliorare le condizioni di benessere delle persone.

Contributo

Azione 1
La richiesta di contributo alla Fondazione Cariplo dovrà essere al massimo di 5.000 euro per ogni singolo ente;

Azione 2
La richiesta di contributo alla Fondazione Cariplo potrà coprire fino al 90% dei costi totali di Assistenza Tecnica. L’ammontare del programma di investimento che verrà realizzato dovrà essere
compreso tra 250.000 e 5 milioni di euro e dovrà essere pari ad almeno 10 volte l’ammontare del costo complessivo dell’Assistenza Tecnica

Territorio

Europa


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Cariplo
Chi può
presentare domanda

Le regole relative all’ammissibilità degli enti richiedenti sono illustrate nella Guida alla presentazione, comune a tutti i bandi della Fondazione.

Azioni

L’avvio di nuovi interventi di abitare sociale, promossi da soggetti non-profit, capaci di rivolgersi in modo mirato alle categorie sociali più bisognose e di mobilitare e catalizzare risorse locali altrimenti non disponibili. Nel concreto, il Bando intende sostenere interventi che dimostrino di:

1) aumentare l’offerta di alloggi sociali e di attivare, ove necessario, percorsi di accompagnamento e di sostegno all’autonomia delle persone accolte, nonché di integrarsi nelle rete dei servizi;
2) massimizzare l’accessibilità economica dei servizi di ospitalità favorendo così le categorie più deboli;
3) porre attenzione al risparmio energetico e all’abbattimento dei gas serra e contenere i costi gestionali a regime.

Contributo

Formulare una richiesta di contributo alla Fondazione Cariplo non inferiore a euro 25.000 e non superiore a euro 500.000

Territorio

Europa


Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione Cariplo
Chi può
presentare domanda

I progetti potranno essere presentati, in qualità di capofila, esclusivamente dagli enti sotto elencati:

• Enti gestori di aree naturalistiche a elevata importanza per la tutela della biodiversità;
• Aggregazioni di comuni (Unione di Comuni, Consorzio composto esclusivamente da Comuni, Comuni aggregati attraverso convenzioni/accordi/associazioni temporanee di scopo);
• Comunità Montane;
• Province;
• Organizzazioni private non profit con documentata esperienza nell’ambito dei temi trattati dal bando;
• Consorzi di bonifica e irrigazione.

Azioni

Il bando vuole contribuire a promuovere la conservazione del capitale naturale e della funzionalità ecosistemica delle aree della rete Natura 2000 e delle aree naturalistiche a elevata importanza per il mantenimento della biodiversità nel territorio di riferimento della Fondazione Cariplo.

Contributo

Il budget a disposizione del presente bando ammonta a 3,5 milioni di euro

Territorio

Europa


Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Fondazione Cariplo
Chi può
presentare domanda

Organizzazioni culturali di natura privata nonprofit, che abbiano sede legale e operino prevalentemente nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo e che vantino almeno 2 anni di attività costante e dimostrabile nel settore

Azioni

Promuovere il miglioramento dei processi educativi per la crescita della persona nella comunità;Promuovere percorsi di coesione sociale nelle comunità territoriali;Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo; Favorire l’inserimento lavorativo di persone in condizioni di svantaggio;

Contributo

Tetto massimo di € 150.000 per progetto

Territorio

Europa


Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Ministero dello Sviluppo Economico
Chi può
presentare domanda
Imprese, incluse Società cooperative
Azioni

Gli ambiti degli interventi includono la produzione di beni ed erogazione di servizi, che:

  • si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo
  • si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale
  • si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca)
Contributo

Contributo finanziario massimo 200.000,00 Euro

Territorio
Italia

Scadenza:
Fino ad esaurimento risorse
Ente proponente
Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa
Chi può
presentare domanda
Gli incentivi sono rivolti alle imprese costituite in forma di società da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda, costituite in prevalenza da donne o da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Ai finanziamenti possono accedere anche le persone fisiche, a patto che costituiscano una società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni
Azioni

Sono finanziabili iniziative per l'avvio di micro e piccole imprese innovative per:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
    fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • commercio di beni e servizi
  • turismo
Le attività turistico-culturali e l’innovazione sociale sono considerati di particolare rilevanza
Contributo

Finanziamento agevolato a tasso zero della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali. Le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria. La dotazione finanziaria complessiva è di 50 milioni di Euro

Territorio
Italia

Scadenza:
sempre aperto
Ente proponente
Fondazione CON IL SUD
Chi può
presentare domanda

Saranno, a parte casi eccezionali, sostenute iniziative che: o prevedano la realizzazione degli interventi, coerenti con la missione della Fondazione, nei territori di una o più Regioni del Sud d’Italia, che rientrano nell’obiettivo prioritario 1 di cui al regolamento CE n. 1260 del 21 giugno 1999; o siano realizzate da organizzazioni senza scopo di lucro appartenenti al mondo del Terzo Settore1 , in partnership con altri soggetti; o siano realizzate, di norma, da organizzazioni con sede legale (o operativa) nelle Regioni del Mezzogiorno; o a titolo di cofinanziamento prevedano, di norma, l’apporto di risorse da parte di soggetti privati preferibilmente non appartenenti alle regioni in cui opera la Fondazione e che non facciano ricorso, per il progetto, a risorse pubbliche.

Azioni

Questa specifica linea finalizzata a promuovere interventi congiunti in cofinanziamento con soggetti non appartenenti alle regioni in cui opera la Fondazione, permette da una parte di attrarre maggiori risorse finanziarie e catalizzarle attorno alla elevata domanda proveniente dalle regioni meridionali, realizzando un importante effetto leva e l’attivazione di meccanismi di infrastrutturazione sociale a monte del processo erogativo e, dall’altra, un arricchimento reciproco tra enti erogatori.

Contributo

La Fondazione potrà mettere a disposizione fino ad un massimo del 50% delle risorse finanziarie complessivamente previste per gli interventi di cofinanziamento, sostenendone la realizzazione, di norma, con un contributo minimo di 100.000 e fino ad un massimo di 500.000.

Territorio

Italia


 

 
 
 

 

© Amesci 2016 Sede Nazionale
Centro Direzionale
Via G. Porzio - Isola E3
80143 Napoli
Tel. +39 081-19811450
Fax +39 081-19811451
info@amesci.org
Contattaci
Newsletter
Mappa
Privacy
ISO 9001:2008
Carta servizi
Webmail